Chi Siamo

Sonia

Ciao, mi chiamo Sonia e sono nata e cresciuta in Umbria, patria del Montefalco e del Sagrantino (per capirci) e di tutta una miriade di straordinari vini, passiti e distillati derivanti dalla sapienza contadina umbra.

La passione per il vino (anche se i miei amici dicono per l’acool 🙂 ) c’è l’ho dalla nascita. In casa lo producevamo, grazie a mio nonno Angelo, detto Angelino, saggio contadino dalle mani esperte, che trafficava sempre per i campi a controllare i suoi prodotti, a parlare con la sua uva come se fosse una donna in attesa di mettere al mondo il suo bene più prezioso, il vino. Quando non era nei campi, era in cantina con me e mia sorella, che lo assistevamo assorte in un insieme di sapori, odori e magia che mai dimenticheremo.

Amo il vino da sempre, il rosso in particolare, per il suo colore, che è anche quello dei miei capelli, le declinazioni cromatiche, i profumi e la sua storia; ebbene sì, perché dietro ogni singola bottiglia di vino c ‘è una storia, fatta di uomini e donne, di sfide, di campi, di sole e pioggia, di terra, di sconfitte, ma molto spesso di grandi vittorie.

Non perdo occasione per andare in esplorazione nelle cantine italiane in compagnia di qualche fidata amica o del mio compagno, perchè per il vino ci vuol pazienza, non si può andare in una cantina e chiederne un bicchiere senza prima aver toccato con mano le sue botti, sentitone il suo odore e ascoltato la sua storia; solo allora, il suo sapore, per me avrà un senso.

Per conoscere al meglio il vino e seguire la mia più grande passione, mi sono impegnata al massimo per ottenere il diploma da sommelier, seguendo un percorso pieno di soddisfazioni, degustazioni, nuove amicizie e calore.

Quindi, amo il vino, senza sé e senza ma, amo berlo in compagnia o sorseggiarlo in relax da sola, amo parlarne con gli amici e raccontarne i segreti.

Katia

Io sono Katia, Romana de Roma, con origini Umbre e Trentine, terre splendide in cui ho trascorso la mia infanzia e la mia adolescenza, sì insomma andavo lì a combinare guai!

Il vino ce l’ho anche io nel sangue avendo avuto nonno viticoltore in quel di Mezzolombardo (Mezombart) nella Piana Rotaliana patria del Teroldego!

Sono cresciuta fra escursioni in montagna, giri in bicicletta lungo il Noce in mezzo alle vigne e le gite fra le dolci colline umbre e i suoi meravigliosi centri storici, Todi, Assisi, Perugia etc.

Ci ho messo un po’ ma alla fine il richiamo del sangue ha prevalso e mi sono avvicinata a questo mondo di cui sapevo poco e niente e nel giro di poco sono stata catturata dal fascino di questo grande prodotto della nostra fantastica Italia, il Vino.

Da allora penso di aver colmato gli anni di inettitudine durante i quali bevevo senza cognizione di causa cercando di documentarmi il più possibile su tutto quello che riguarda il vino a 360°, dalla produzione alla storia del territorio, dei grandi produttori, dei vitigni e delle bottiglie che sogno anche di notte!

Ovviamente non trascuro anche il lato pratico della questione, aspetto che amo particolarmente!

Incontrai Sonia tanti anni fa nelle mie scorribande fra i colli Martani e Perugini, all’epoca però la passione per il vino era ancora un lontano miraggio, siamo cresciute insieme fra sagre di paese e serate in discoteca, in giro con la mitica Ritmo di papà per darvi un’idea dell’epoca.

Per un periodo la vita ci ha allontanato, io in giro per il mondo e la Sonia accasata con prole, adesso ci siamo ritrovate avendo in comune questa passione, amore viscerale che ci scalda il cuore con un bicchiere in mano!

E così eccoci qua, a scrivere e condividere il nostro primo diario sul vino… un blog per i più moderni, che racconta la nostra passione senza avere l’intenzione di educare o trasmettere nozioni, condividere con voi le nostre esperienze, consigliarvi ma solo per amore, perchè diciamola tutta, chi non ha mai chiesto consiglio su una bottiglia da stappare per un occasione?!
E allora buona lettura.