Il giusto bicchiere per il vostro vino

Un buon vino richiede un bel bicchiere per rivelare tutte le sue qualità. Perciò, è importante scegliere il bicchiere giusto, con una forma che esalti la personalità del vino. Le immagini sotto mostrano sette dei principali tipi di bicchieri da vino che potrai utilizzare per non rinunciare al gusto di assaporare al meglio i tuoi vini preferiti. 

Il bicchiere da vino di qualità

Un bicchiere da vino di qualità deve avere delle caratteristiche ben precise. Il volume deve essere sempre proporzionale all’intensità e alla complessità del vino. Il corpo e lo stelo devono essere armoniosamente bilanciati in modo da poter ruotare agevolmente il vino nel bicchiere. I bicchieri di qualità sono generalmente in vetro sottile e, a differenza di quelli più economici, hanno un orlo liscio senza bordo. Anche il tipo di vetro influenza il gusto del vino: in un bicchiere di cristallo di alta qualità, il vino sprigiona un aroma più intenso e deciso che non in un semplice bicchiere di vetro economico. E per finire, un bicchiere da vino che si rispetti deve essere esteticamente piacevole e bello da guardare.

Il bicchiere per ciascun vino

I bicchieri da vino sono oggi argomento di grandi dibattiti. Le forme del bere infatti spaziano a seconda della tipologia del vino. Oltre che per il colore del vino, bianco, rosso o rosato, i bicchieri variano anche per la struttura del vino, per la presenza di tannini, per il loro grado di invecchiamento, per la tipologia, per i profumi che sprigionano. Occorre sempre ricordare che ognuno è libero di utilizzare il bicchiere che preferisce, cercando magari, a fronte di un acquisto, di scegliere un tipo di bicchiere che si adatta a diversi tipi di vino, così da ottimizzare la spesa. Incolore, trasparente, con lo stelo, preferibilmente di cristallo o in vetro sottilissimo. Sono questi i requisiti essenziali che deve avere un bicchiere da vino per poter valorizzare al meglio il suo contenuto e consentirne l’apprezzamento dei colori, della limpidezza, con la possibilità di impugnarlo senza che nè il calore e nè l’odore della mano interferiscano con il contenuto.

Modigliani: Uomo con il bicchiere di vino

Altrettanto importante per un bicchiere da vino è la capienza che deve essere sufficiente a contenere una giusta quantità di vino, pur senza essere colmato e, allo stesso tempo, consentire lo sprigionarsi dei profumi. Un calice che si restringe verso l’alto infatti permette una migliore concentrazione dei profumi. I calici grandi e panciuti, oltre a facilitare il movimento di roteazione del bicchiere per ossigenare il vino, consentono di cogliere al meglio il bouquet nei grandi vini rossi. Ai vini liquorosi invece si adattano bicchieri piccoli che si restringono verso l’alto per conservare meglio gli aromi. Sono passati i tempi in cui Modigliani nominava con molta naturalezza e semplicità un suo quadro come “Uomo con il bicchiere di vino”, senza indicare se si trattasse di un rosso invecchiato, un rosso giovane, un rosso di struttura…

Flûte

La classica flûte per i vini frizzanti è un bicchiere alto e sottile. La superficie del bicchiere è più piccola, in modo che l’anidride carbonica risalga dal fondo in una delicata scia di bollicine senza svanire troppo presto. Questo è molto importante nel caso dei vini frizzanti, come il Prosecco, in cui l’anidride carbonica è meno integrata nella struttura del vino.

bocchiere flûte

Bicchiere per Champagne

A differenza della flûte, il tipico bicchiere da champagne è a forma di tulipano ed è perfetto per i vini frizzanti di grande qualità, che hanno bisogno di più spazio per una giusta esaltazione della loro finezza e della loro complessità. In genere i bicchieri di questo tipo vanno riempiti solo a metà.

bicchiere champagne

Bicchiere per vino bianco (Standard)

Il classico bicchiere da vino bianco non deve essere troppo grande per evitare che un vino semplice si perda, ma deve avere comunque un volume sufficiente per enfatizzarne il bouquet. Una caratteristica importante di tutti i bicchieri da vino è il corpo leggermente assottigliato verso l’alto, in modo da intensificare l’aroma del vino e da facilitarne la rotazione.

bicchiere vino bianco

Bicchiere per vino bianco (Rosé, Borgogna)

I vini bianchi di miglior qualità, soprattutto quelli più corposi, non devono essere “confinati” in uno spazio ristretto. Per i bianchi di Borgogna, per esempio, si consiglia di utilizzare una versione leggermente più grande del classico bicchiere da vino bianco. Questo tipo di bicchiere è ideale anche per i rosé.

bicchiere vino bianco pregiato

Bicchiere per vino rosso (Standard)

Anche per i vini rossi si utilizza in genere il tulipano, che però in questo caso è leggermente più largo e più alto per aumentare il volume del bicchiere.

bicchiere tulipano per rossi

Bicchiere per Borgogna (Ballon)

In Francia il bicchiere tradizionale per i rossi di Borgogna è chiamato “ballon”. Come suggerisce il nome, ha una forma ampia e arrotondata, ideale per enfatizzare l’aroma del vino. Questo tipo di bicchiere è perfetto anche per rossi pregiati come il Pinot nero e il Barolo e il Barbaresco del Piemonte. I ballon vanno riempiti solo fino a un terzo.

bicchiere ballon

Bicchiere per Bordeaux

Il tipico bicchiere bordolese è un tulipano particolarmente alto. È ideale per tutti i rossi di qualità, con uno spessore che si rispetti e una struttura compatta. Ancora una volta, il bicchiere va riempito solo fino a un livello di 125 cc.

bicchiere bordolese

Autore dell'articolo: Sonia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *